“linguaggio del corpo maschile ti ama”

Anche il tono della voce è un segnale importante da cogliere nell’interpretazione del linguaggio del corpo maschile: se durante l’incontro lo alza indica interesse ad approfondire la conoscenza. Ne Il Linguaggio del Corpo in Amore (edizioni Pickwick) Marco Pacori, psicoterapeuta e direttore del Centro studi e ricerche sulla Comunicazione non verbale, spiega che “anche il modo di parlare è diverso, si usano numerose espressioni verbali di apprezzamento come ‘ah!, ma va, pensa un po’’. Se c’è complicità, inoltre, gli studiosi notano un identico stile nel linguaggio, nell’intensità di voce nel ritmo: pause e silenzi sono brevi, le risate più frequenti. Spesso le frasi si accavallano perché è molta la voglia di raccontarsi”.

Il fascino del piede maschiledi Stefania Vitulli, Panorama n. 30 (2566), anno LIII- 29 luglio 2015, pag 94-97 – intervista a Marco Pacori. Li hanno sdoganati i belli di Hollywood e lo dicono persino i neuropsichiatri: sono la nuova zona erogena maschile. Di cui prendersi cura. Ecco come e perché. Ci sono i pionieri, come Albert Einstein, che nell’estate del 1939, in vacanza a Long Isl…

E perché, pur essendolo, adoriamo in modo così evidente chi è sincero? Nessun altra specie passa tanto tempo a ingannare gli altri quanto noi, e comunque mai i propri simili. Il trucco sta tutto nella nostra natura sociale e quindi nel nostro cervello.

In uno studio del College di Reading, in Pennsylvania (Usa) del 2010 è stato chiesto a 48 tra donne e uomini di registrare un messaggio per uno sconosciuto di cui vedevano una foto. I ricercatori hanno scoperto che se il destinatario era attraente, gli intervistati tendevano a dettare il messaggio con voce più profonda.

Buongiorno Leila. È assolutamente insufficiente quello che dici per capire se il suo linguaggio del corpo voglia mandarti dei messaggi ben precisi. Il fatto di giocare un po’ in una pista da ballo nell’avvicinarsi a una persona da soli o in gruppo, fa parte di quello che si fa quando si balla e ci si diverte. Dovresti vedere bene quello che avviene soprattutto quando siete soli, non solo quando siete in mezzo ad una pista tra la confusione e tanta altra gente.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione ed inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.Leggi la nostra PolicyChiudi

Se c’è interesse tra i due sono anche gli occhi a rivelarlo. La donna lancia degli sguardi di sottecchi che durano poco più del necessario, tanto quanto basta all’uomo a farsi avanti. Lui: ha chiaramente uno sguardo predatorio. Per entrambi comunque c’è una modificazione dell’occhio: la pupilla si dilata ed è scientificamente studiato che lo studiamo a livello inconscio.

In uno studio effettuato su 2.000 negoziazioni registrate per valutare il linguaggio del corpo dei partecipanti, non è mai stato raggiunto un accordo quando una delle persone coinvolte teneva le gambe incrociate.[18]

5 Si notino i segnali positivi linguaggio del corpo maschile come il contatto prolungato con gli occhi, segni di dominanza,  toccarsi “accidentalmente” , pollici infilati nella cintura. Quando un uomo trova qualcuno di interesse, egli istintivamente si aggiusta la cravatta,  i capelli o fa altre cose per essere più attraente. Questi sono tutti segni che lui è interessato a te e vorrebbe avvicinarsi. Se non vedi uno di questi sintomi durante l’interazione con un maschio trovi attraente, allora è probabile che egli non condivide lo stesso interesse. Questi segnali sono molto importanti perché un uomo in genere si esprime attraverso sottili segni inconsci, piuttosto che dire esattamente cosa prova.

Tra l’altro considera che al giorno d’oggi può accadere che anche le donne più acute e accorte cedono alla facile e orribile tentazione della seduzione stile peripatetica (peripatetica è un eufemismo che indica la “prostituta”): scosciatura, scollatura e tacco alto. Per cui spesso i locali sono affollati da donne che, indipentemente dall’età, dal fascino personale e dalle ambizioni individuali, mandano lo stesso messaggio, univoco: voglio attrarre, senza fare selezione, senza distinguere, senza fare differenze. Ed è ovvio che il messaggio colpisce in modo univoco e elementare schiere di maschi medi, cresciuti a pubblicità dell’intimo Roberta e poi di Intimissimi e a film d’alto livello come i cinepanettoni: le donne sono tutte peripatetiche disponibili, andiamo e facciamo la pesca a strascico.

Le strette di mano sono una forma normale di saluto nei paesi occidentali. Invece, in Inghilterra non è comune dare la mano quando ci si presenta a qualcuno in un contesto informale, ma si fa nei colloqui di lavoro. In  Asia Oriental è comune fare un inchino mentre nel Sud Est Asiatico si giungono le mani (come per pregare).

Contatto visivo diretto quando si parla indica onestà, ma può essere anche ostentato dai bugiardi che sanno di mentire; durante l’ascolto indica invece interesse, attenzione, talvolta attrazione fisica;

Antonella Fiori, F, 17 Febbraio 2016, pag. 42-44- intervista a Marco Pacori. Se il cuore te lo chiede, ascoltalo e scappa. Perché il mal d’amore può uccidere. Lo dice la scienza Lui esce borbottando «vado a prendere le sigarette». Nel tuo petto, il battito sì ferma per un istante. Sul suo viso compare un’espressione strana […]

Se, per caso, vuoi sposarti con l’uomo giusto, avere una bella famiglia e diventare anche mamma , ma di fatto te ne esci al sabato sera con il look peripatetica, trasmetti un messaggio incoerente che, però, l’ignaro maschio medio percepisce, dal suo punto di vista, come chiarissimo. Per cui non lamentarti se, dopo la serata in cui hai preteso di fare la panterona, il week end successivo ti metti a fare l’innamorata romantica e dichiari di cercare il vero amore e lui non ti chiama più. Il tuo linguaggio del corpo rispecchia i tuoi standard e ti permette di trasmettere all’esterno quali sono i tuoi standard. Ma se sbagli linguaggio, poco ci puoi fare se non riesci a trasmettere i tuoi standard nei modi e nei tempi giusti.

Una consolazione. pero, arriva dall’indagine degli antropologi Thomas Carrie e Anthony Little, secondo cui la bellezza gioca un ruolo determinante solo nelle avventure brevi. Quando la storia si fa seria, i requisiti cambiano.

Ok: il tipico segno dell'”OK”, per esempio, con il tempo ha assunto il significato di “tutto bene” in tutti i paesi di lingua inglese. Ma ci sono alcuni Paesi come la Francia dove il segno “OK” assume il significato di “zero” o “niente” perché avrebbe origine da un segnale che alla fine una battaglia comunicava a distanza “zero uccisioni”; in Giappone, invece, vuol dire “soldi”

Un uomo interessato a voi vi guarda. Se state parlando seduti ad un tavolo, magari può capitare che ogni tanto sposti lo sguardo in qualche altra direzione. Ma se vedete i suoi occhi puntare con frequenza sospetta la bionda di fianco a voi, cominciate a prendere in seria considerazione un’alternativa. All’argomento che state trattando, Ma anche al non interessato uomo in questione.

Salve, avrei bisogno di togliermi un dubbio.Se una persona molto vicina a me, che quindi conosco abbastanza bene, ad un certo punto si comporta male e tradisce la mia fiducia ma poi in seguito mi dice di volermi bene e quando mi vede x salutarmi mi mette una mano sulla spalla o mi dà una pacca sulla spalla che significa?E’ un gesto positivo o negativo?La persona che compie questo gesto e’ una persona di cui si ci può fidare ancora o no?grazie x la risposta.

2 Notate la sua posizione. Un ragazzo che sta diritto con il petto in fuori e le mani al suo fianco sta mostrando agli altri che lui è un maschio fiducioso in cerca di una compagna adatta. Questo linguaggio del corpo maschile è una posizione aperta, che indica un desiderio di essere avvicinato. Se ha le braccia incrociate sul petto, può segnalare che è insicuro e a disagio con se stesso. Una posizione chiusa come questa dimostra che questo ragazzo non è pronto per una relazione. Inoltre, prestare attenzione alle sue espressioni facciali. Gli uomini mostrano tipicamente meno emozione rispetto alle donne e, di conseguenza, le loro espressioni sono spesso più riservate e più difficili da decodificare. Ciò significa, però, che quando lo fa mostra un’espressione evidente sul suo volto.

Questo articolo non vuole essere altro che una guida pratica alla lettura del linguaggio del corpo, segnali di attrazione e, più in generale, al linguaggio non verbale: se stai annuendo con la testa e stai seduto col corpo proteso in avanti, è assai probabile che  l’argomento ti interessi, dunque continua a leggere.

Se volete fare dello sguardo la vostra arma di seduzione, allora dovete iniziare brevi occhiate, seguite dal distogliere lo sguardo. Quando l’uomo sarà agganciato ed inizierete la conversazione, usate ancora lo sguardo, fissando con gli occhi la sua bocca mentre parla: penserà così che desideriate baciarlo.

Libro molto carino del dr. M. Pacori, luminare italiano dell’argomento. Si tratta in pratica di una serie di fotografie rappresentanti i principali gesti e il loro significato segreto. Ottimo come manuale riassuntivo, specie per chi è alle prime armi e vuole rinfrescarsi la memoria. I punti di forza:

– AD UNA FESTA,CI SIAMO GIUSTO SALUTATI AD INIZIO SERATA..POI OGNUNO SE NE E’ STATO PER I FATTI SUOI A PARLARE CON ALTRE PERSONE.AD UN CERTO PUNTO, IO MI GIRO E LUI ERA A POCHI PASSI DA ME CHE MI FISSAVA..ALL’IMPROVVISO,HA GIRATO DI SCATTO LA TESTA E LO SGUARDO ERA UN PO’ IMBARAZZATO.

Ricorda sempre che le situazioni non sono immutabili: se il suo linguaggio del corpo ti comunica qualcosa che ti potrebbe far pensare di non riuscire a sedurla, puoi sempre cambiare le carte in tavola e vedere come lei reagisce.

In pratica la persona che stai guardando, dovrà essere guardata ancora anche dopo che ha finito di parlare, come se il tuo sguardo rimanesse attaccato, legato da un sottile filo e si dovesse staccare molto lentamente. Hai presente quando con la forchetta stacchi sulla pizza un po’ di mozzarella filante? Devi tirare lentamente finché questa non si stacca in maniera naturale.

L’umorismo (di lui) affascinaLa vera bellezza é quella che uno ha dentro … quante volte avremo sentito frasi simili: una magra consolazione per chi é single per “cause di forza maggiore”. C’è però una caratteristica della personalità che costituisce una reale fonte di fascino (almeno per gli uomini agli occhi delle donne: il senso dell’umorismo. Ne dà prov…

Il bacio é il contatto più intimo fra partnerIl bacio erotico (in opposizione al bacio di rispetto, d’amicizia, di cortesia, o del “bacino” fra genitore efiglio) è una forma di intimità praticata dalla maggior parte delle culture. Nelle poche società in cui il contatto delle labbra non é una consuetudine fra innamorati, viene sostituito con modi di fare simili: come sfrega…

Se in una relazione le mani sono lo strumento principale per farsi le coccole, nel linguaggio non verbale il significato dei gesti va al di là dell’apparenza. O meglio, orientano l’apparenza: se le tiene in tasca o sui fianchi sta inconsciamente indicando alla sua interlocutrice la zona genitale in un atteggiamento che equivale una bella ruota di pavone che suggerisce: sono invincibile. Attenzione se i pollici restano fuori: potrebbe essere indice di presunzione e senso di superiorità.

Non do`5 stelle perché non ho capito come funziona la parte che riguarda le domande. Ne ho fatta una mail non ho ricevuto nessuna risposta. Se non è chiaro un concetto come si fa ad avere una risposta esauriente? Comunque molto interessante

Spazio pubblico (oltre i 3.6m) è la distanza minima che prendiamo dagli altri quando non vogliamo interagire (quando qualcuno viola questo spazio questo crea confusione e disagio se non viene stabilita subito un’interazione).

Quindi meglio non compare libri? Certo che no! La principale forza della nostra specie è la trasmissione delle informazioni. Certo che non si impara a fare il sub leggendo in poltrona, ma non si può neppure immergersi senza sapere come funzionano gli strumenti, come si calibrano, i rischi della pressione, dove ci stiamo immergendo e così via. La teoria vale quanto la pratica! Chi dice che non tutto è scritto nei libri spesso non ha libri in casa. Nei libri c’è tutto ciò che sappiamo, ma molte cose senza pratica sono semplicemente incomplete.