“posizione del linguaggio del corpo maschile”

Sto cercando lavoro come modella e quindi ci tengo molto ad essere sempre perfetta (spesso uso tacchi 12 e abiti fatti da me eleganti) per me il tacco 12 è simbolo di eleganza classe e femminilità non credo di poterne fare a meno Secondo lei sto dando il messaggio sbagliato? O nel caso di abbinamento con abiti eleganti ci possono stare?

Siamo oneste: noi donne dichiariamo di essere indipendenti, ma in fin dei conti siamo sempre alla disperata ed inconscia ricerca di un uomo che preferibilmente non vesta una calzamaglia azzurra e ci prometta per forza un castello, ma che almeno invii un semplice messaggio di buongiorno o di buonanotte.

Se qualcuno si appoggia e si distende, probabilmente si sente potente e con il controllo della situazione. Infatti, la ricerca ha scoperto che anche le persone nate cieche alzano le braccia in alto formando una V quando vincono una gara.

Beh sai mettere subito il dito nella piaga quando bisogna metterlo, è la domanda cruciale a cui devo rispondere… e hai intuito anche che, sì, c’è qualcos’altro dietro, cui non ho fatto cenno in precedenza… i sentimenti per la mia donna, che non sono più gli stessi di prima. Ma non voglio perderla… Niente da dire, sei un vero esperto, e non solo di seduzione. Ciao e grazie per lo spunto

Non si tratta di uno specifico suggerimento che riguarda la postura del corpo, ma è uno dei metodi per controllare al meglio il tuo linguaggio del corpo. Infatti, gli uomini e le donne che intonano la loro voce in maniera profonda hanno maggiori probabilità di spiccare in posizioni di leadership e vengono in genere percepiti con un’autorità superiore in fattori gerarchici.

ciao!bellissimo articolo, queste info mi interessano molto a prescindere dai rapporti a due…ho notato una cosa però, negli anni moderni (come già detto da molti e anche qui), le “tecniche”/linguaggi, secondo me stanno cambiando, è diventato difficilissimo filtrare e riconoscere le persone. Ci sono troppe maschere, siamo abili, siamo attori, chi più e chi meno, tutti vendono qualcosa. Io non riesco più a decifrare i messaggi… buona giornata a tutte!

Valuta la prossemica, ossia la distanza che una persona frappone tra sé e gli altri, e il sistema aptico, ossia l’insieme delle azioni di contatto che una persona stabilisce con qualcuno. Si tratta di segnali molto usati per comunicare lo stato di una relazione interpersonale. Il contatto fisico e la vicinanza indicano gradimento, affetto e amore.[11].

Per questo motivo imparare a leggere i segnali del linguaggio del corpo non ti permette solo di comunicare al meglio le tue idee e ciò che vuoi veramente dire: ti permette soprattutto di capire ciò che gli altri vorrebbero veramente dirti, ma non ti stanno dicendo con le parole

Qual è la posizione ideale quando siamo seduti? Innanzitutto stare ben dritti ma, se non vogliamo trasmettere chiusura, dobbiamo evitare di incrociare braccia e gambe mentre, sedersi di traverso indica disagio. Riguardo alle mani possiamo appoggiarle sulle ginocchia ma senza mostrare i palmi che denotano sottomissione mentre i pugni chiusi indicano aggressività. Inoltre non bisogna avvicinarsi troppo al nostro interlocutore e rispettare una distanza di 60 cm.

FUSA/RONZIO: diverse da quelle dei gatti, le fusa dei pappagalli somigliano di più ad un basso ringhio, segnale di contentezza in genere, ma a seconda della situazione in cui l’animale si trova possono significare anche fastidio.

ciao, sono estramamente confusa su dei segnali che sembra mi stia lanciando un uomo che conosco da un paio di anni, premetto che tra noi c’è un rapporto di lavoro (è un professionista a cui ho affidato delle mie incombenze) da qualche mese però mi è sembrato che forse lui è interessato anche ad altro, cioè mi spiego, ha notato che ho cambiato look di capelli e mi ha detto che stò bene, quando ci incontriamo x lavoro mi chiede di avvicinarmi a lui, mi ha fatto una domanda personale chiedendomi se sono sempre libera, cioè non ho un compagno, l’ultima volta che ci siamo visti mi ha fatto i complimenti sul mio abbigliamento, dicendo che adesso capisce perchè mi corteggiano gli uomini, riferendosi ad alcuni discorsi che gli avevo fatto in merito ad alcuni miei conoscenti… mi ha detto che sono in splendida forma, era imbarazzato se darmi del lei come alsolito o se passare al tu! Poi mi ha detto che appena finiscono le ns incombenze lavorative possimo uscire noi a festeggiare. (questo me lo ha detto a metà aprile sapendo che le ns incombenze lavorative finiscono il 13 giugno prox). Io dopo questo slancio da parte sua che penso sia esplicito ( correggetemi se mi sono sbagliata) gli ho mandato dei mess x gli auguri di pasqua e x il suo onomastico, lui ha semplicemnte risposto ringraziandomi. Ora tra pochi giorni ci vedremo x lavoro e io sono un pò agitata e confusa non so come comportarmi e come riprendere da dove si era interrotto la sua proposta di uscire ( premetto che lui aveva esordito dicendo finito usciamo a festeggiare, presumento un esito positivo del lavoro, ma attualmente secondo gli ultimi sviluppi non è positivo almento in parte, quindi magari si sente di non poter più usare la scusa del festeggiamento) ma x me nulla è cambiato anzi io ci terrei solo ad usicre del resto non mi importa molto….

Cara Giorgia, noi capiamo la tua confusione, ma il nostro scopo è occuparci di interpretare il linguaggio del corpo. Per il resto sono scelte etiche e ognuno deve farle in base alla propria coscienza. 🙂

Esattamente: perché il linguaggio del corpo è un linguaggio diretto che parla per via preferenziale attraverso l’emotività e non attraverso la razionalità. Ecco perché è importante che tu diventi una attenta osservatrice di te stessa, delle tue emozioni e del tuo atteggiamento mentale e di come queste tue emozioni e questo tuo atteggiamento si rispecchiano nella tua comunicazione non verbale.

Salve Marina, la tua interpretazione è probabilmente quella giusta. E’ importante però, come ricordiamo sempre, analizzare i segnali del linguaggio corpo nel contesto, senza isolarli. Per fare un esempio banale, se quella persona ha un dolore alla schiena potrebbe appoggiarsi alla sedia per stare più comoda perché forse la da seduta, magari su un divano, gli crea problemi…se invece ci sono altri segnali che vanno nella stessa direzione allora ci sono molte più “prove”.

Quando provi attrazione per qualcuno, il tuo corpo ti invia dei segnali inequivocabili: cambi il tono di voce, dilati le pupille, le mani cominciano a sudare e il cuore inizia a battere più forte. Non ne sei sempre consapevole e non è detto che sia un male: alcune reazioni fisiologiche e comportamentali hanno anche la funzione di renderci più attraenti agli occhi del potenziale partner.

Spesso sono gli atteggiamenti assunti forzatamente, da adolescenti e giovani super insicuri che fingono una sicurezza che non hanno. Tipo il bulletto del paese o il figo della classe. O l’ultrà da stadio, che passa il suo tempo davanti alla tv dato che non ha nulla di altro da fare se non aspettare il giorno della partita per andare a massacrarsi con i suoi simili.

Qualsiasi cosa lui abbia fatto o detto, qualsiasi gesto lui abbia compiuto, tenete sempre bene a mente la regola numero Uno: il primo passo tocca a lui. Finitela con le paranoie e con le sedute planetarie di “ma secondo te, il fatto che abbia appoggiato l’avambraccio sul mio, contando che il locale era stracolmo e non si poteva passare se non strusciandosi l’uno all’altro, è un chiaro segno di interesse?”.

un altra cosa che fece e che mi restò impresso (perchè con amici non fa cosi, ma solo in mia presenza) quando è fermo e si deve spostare, lo fa come se avesse il cemento ai piedi, se deve prendere cose vicino a me, diventa ancora più di pietra, oppure inizia a toccare oggetti, non riesce a stare fermo, se deve parlare lo fa con piccole frasi o parole, certe volte ..muove il piede facendo piccoli cerchi senza mai staccare lo sguardo da esso, se deve passarmi davanti entra nel panico .e appunto non riesce ad avvicinarsi a me ..sembra quasi che s’ impalli del tutto e quando deve guardare lo fa con discrezione..non si fa vedere..una volta lo beccai e l’incrocio di sguardi fu inevitabile lui riabassò subito, ne io ne lui abbiamo avuto il coraggio di fissarci

La Postura. All’interno del linguaggio del corpo maschile, il petto è un elemento da non sottovalutare, in quanto i maschietti, spesso inconsciamente, di fronte ad una ragazza ritenuta seducente o attraente, tendono ad assumere una postura eretta, che mette in risalto i muscoli e il fisico prestante (nel caso in cui ne siano forniti).

Ci sono poi gesti che si modificano con l’evolversi dell’età dell’uomo, ne è un esempio il gesto fatto da un bambino che dice una bugia, tendendo a coprire la bocca con le mani; nell’adolescente il gesto cambia, la mano sfiora con le dita la bocca; nell’adulto il gesto diventa più evoluto e raffinato la mano infatti, sfiora il naso.

Gea, non saprei davvero cosa risponderti. Come dici tu, a che pro raccontarmi una cosa del genere? Ma io comunque mi ritengo una ragazza con una certa integrità, nel senso ne conosco tante che corrono dietro…non sono quel genere di persona. Si è fatto risentire dopo la Scorsa settimana, approcciando con una presa in giro molto leggera e proseguendo in conversazione normale, senza che io abbia fatto chissà quale mossa. Diciamo che sondare il terreno è l’unica cosa che potrei fare per adesso, della serie devo capire se sono tutti segni a caso e sono io che interpreto male oppure no. Per questo vi ho scritto qui, aiutano sempre i pareri esterni a proposito ne approfitto per ringraziare tutti quelli che mi hanno risposto, un buon fine settimana!

Ciao a tutti…la mia situazione è molto complicata, cercherò di essere breve ma non sarà facile…io ho quasi 30 anni e convivo con un ragazzo più giovane di 5 anni, con cui tra poco convolarò anche a nozze…però ho un problemino, mi sono invaghito di un ragazzo che lavora con me, è molto più grande di me ( dice di avere piu di 40 anni ma non ha mai detto quanti di preciso), non è per niente affidabile, è un immaturo, vive ancora con la mamma e si fa pure le canne…non so davvero cosa ci trovi in lui ma è scattato qualcosa io lo sento, lui sa cosa provo ma non mi ha mai dato una risposta, gli ho detto chiaramente che se lui fosse stato davvero preso per me è si fosse impegnato con me io avrei mollato tutto per lui….lui non risponde, mi dice solo che nin riesce a dare certezze a se stesso, come fa a darle a me…gli chiedo cosa prova per me ma non mi risp, insisto lo chiamo , dopo diversi tentativi risponde al Tel ma non alla mia domanda esplicita sui suoi sentimenti ha detto che non lo sa, io insisto lui si fa aggressivo e mi dice senti ho i cazzi miei da fare ciao…io attacco mandandolo a quel paese…da allora non ci siamo più parlati se non per lavoro, obbligati a farlo, lui mi guarda sempre negli occhi, molto a lungo, cerca il mio sguardo ogni volta che mi passa vicino, io ricambio ma dopo un po’ abbasso lo sguardo perché non ne posso davvero più, non so cosa voglia da me so solo che in mezzo c’è una persona splendida, innamoratissima di me che non merita di soffrire…sto cercando di andare avanti e dimenticare ma vedendolo tutti i gg non è facile per niente…sto anche cercando un modo per andare via da qui e far finire questo strazio…ho bisogno di un consiglio vi prego…

Siamo abituate – e giustamente – a dare molto peso alle parole del nostro interlocutore, partner in primis. Ascoltiamo con attenzione i suoi racconti, pendiamo dalle sue labbra in attesa delle dichiarazioni tanto agognate, riuniamo veri e propri comitati di amiche da far invidia al Pentagono per decifrare ogni sms. Benissimo.

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy , inoltre, potrai negare il consenso all’installazione dei cookie.

Questo movimento degli occhi si osserva soprattutto negli uomini in cerca di una “preda” femminile. Quando un uomo squadra una donna dalla testa ai piedi, la sta valutando come potenziale partner sessuale. Se l’uomo compie questo gesto più di una volta, è probabile che sia attratto fisicamente dalla donna e che la sua fantasia sessuale abbia preso il volo. Anche le donne utilizzano questo tipo di sguardo verso gli uomini da cui sono attratte, ma in modo meno evidente, così da non essere colte in flagrante!